L’alba di un nuovo mondo: l’impotenza in tv

Posted on : 14 dicembre 2011

0


Tempo di lettura previsto: 3 min

Musica consigliata: Venus Bananarama

Ogni tanto penso all’uomo con difficoltà di erezione. Che vitaccia. Non un luogo dove nascondersi, nulla che si possa simulare, fingere o esagerare.

I cileccosi occasionali poco si differenziano da quelli cronici dato che non credo al guizzo di lucidità in quel momento critico nel dire “vabbè dai facciamoci una partita a scacchi” o “beviamoci su”. La tv che tutto alleggerisce non ha ancora trovato modo di gestire questo imbarazzo.

E dire che abbiamo digerito bruciori vulvari, fastidiose perdite di urina, emorroidi, meteorismo, peli superflui. Forse anche grazie alla tv non siamo più tanto impacciati nel chiedere al nostro farmacista di fiducia un tubetto di Preparazione H.

Poi in tv (tv locali ovviamente, dove tutto è possibile) vedo la televendita di Idol.

Bellissima, ben studiata, piacevole ricca di tante parole che gioverebbero anche ai più incalliti nella disfunzione erettile e già io mi sento “forte come una roccia”.
La seguo con accanimento: c’è la signorina formosa che presenta “il cosmetico di nuova generazione per il massaggio intimo uomo mirato a migliorare l’aspetto e lo stato della cute dei genitali esterni dell’uomo”. Con il camice bianco è subito una dottoressa che tratta l’argomento di fianco ad una statua greca con gli strumenti del mestiere: righello, lente d’ingrandimento e cronometro.
C’è un sottofondo di violini che intristisce, nelle scenette, i momenti drammatici dell’uomomedio peloso, con i fondi di bottiglia, così come del ganzo tamarro stile amico di Maria. Che bel momento di equità. Tutti uniti sotto il medesimo problema e in cerca della stessa soluzione. Si sprecano parole che ringalluzzirebbero ogni orecchio: “rendi il tuo gioco più grosso, più lungo, più duro”; “migliora il volume e l’intensità della tua performace”.

E’ chiaramente rivolto ad un pubblico maschile perchè non conosco donna che in questo punto non interverrebbe dicendo “Ma hanno detto che è il gioco a diventare più duro e la performance ad aumentare di volume, non il pirillo!”.

In un colpo solo su Galaxy TV sento parlare di impotenza, eiaculazione precoce e dimensioni insoddisfacenti del pene. Le TV nazionali sbandierano ogni genere di disagio intimo femminile e non una parola sugli imbarazzi maschili.

Perchè? Forse che l’impotenza è un male senza rimedio e sarebbe ingiusto nutrire gli uomini di false illusioni? Lo stesso ragionamento dovrebbe valere allora per le diete senza sforzo o per Oust che non credo proprio che elimini gli odori senza coprirli.

No, è che all’uomo è concesso di lavare i panni sporchi in casa. Si pavoneggiono nel pensarsi tutti “forti come rocce”, durevoli e profumati. E per l’odore intimo, figuriamoci, un tabù più ostico degli altri. Più delle quote rosa, delle posizioni manageriali per donne, dei mariti casalinghi, saprò di vivere in una società sessualmente equa quando su Rai 1 vedrò la pubblicità di Idol o di un detergente intimo con protagonista un uomo o i consigli alimentari per rendere più profumato il suo seme e fare contenta la sua compagna.

Effetti indesiderati: Il prodotto viene preparato seguendo il principio “Primum non nocere” e rispettando le leggi vigenti sia italiane che europee. Il prodotto menzionato è sempre considerato mai come risolvente ma bensì come coadiuvante per il ripristino di un’accettabile condizione di benessere.

Per ulteriori effetti collaterali contattate Moses a pige.moses @ gmail.com

Articoli correlati, più o meno:

Bruciori vaginali, fastidiosi pruriti intimi e perdite di urina al pranzo di Pasqua

Niente sesso a sorpresa, tassa sul pene e altre manifestazioni delle femmine fragili e piagnone

El gha el suv … e svariati altri problemi

Annunci
Messo il tag: , , ,