Twilight crea un’elevata dipendenza, non iniziare

Posted on : 13 giugno 2011

1


Tempo di lettura previsto: 3 min

Musica consigliata: Clair de Lune Claude Debussy

Secondo la psicologa July Slatter il romanticismo, di certa letteratura rosa, ha lo stesso effetto sulle femmine della pornografia sui maschi: crea altissima dipendenza e può portare alla rovina relazioni stabili, matrimoni, fino a tracolli fisici.

Io non ho mai creduto che maschi e femmine fossero tanto diversi, ma mi sono scontrata con una differenza sostanziale di fronte a Twilight, cui nessun maschio si è mai appassionato che io sappia (e che è poi solo l’apoteosi emozionale di una schiatta che va da Orgoglio e pregiudizio a Jane Eyre, da Bridget Jones, versione ridanciana, fino agli Harmony più beceri).

E qui casca l’asina (io), prova provata della verità di tale teoria. Non ho solo letto quei maledetti libri: li ho ingoiati come il boa conscriptor con le prede, posseduti carnalmente, inglobati. Per settimane non pensavo né parlavo d’altro, staccarmene mi causava astinenza e scoppi d’ira. E ora la spiegazione scientifica: è stata un’overdose, la mia parentesi psicotica è giustificata.

Ma non ho solo subito un’ossessione paralizzante. Dopo l’endovena di romanticismo adolescenziale puro, non tagliato, ho rimesso in discussione la mia vita sentimentale. Guardavo il mio moroso (storia decennale, non pensate!) e mi dicevo: non mi guarda in modo così intenso da lasciarmi stordita, non sento una scossa elettrica ogni volta che mi sfiora, forse ho sbagliato uomo. E non sono l’unica: conosco donne sposate con figli a un passo da mollare tutto per gli stessi motivi.

Per fortuna sono stata una drogata consapevole e ho cercato aiuto. Le sagge amiche già passate dal tunnel mi hanno confortato dicendomi che il peggio sarebbe passato. E così per i successivi cinque mesi ho riletto la saga diminuendo le dosi finché il delirio non si è placato e il distacco non è stato accettabile. Anche se ancora oggi mi ritrovo a cercare notizie su Robert Pattinson e Kristen Stewart, la cui relazione è uno spin-off della saga di Edward e Bella.

Ma tutto si spiega con questa teoria. Non sono furiosa e spiritata. È il mio essere femmina che mi ha condannato. I maschi hanno il porno, io ho Twilight. La psicologa consiglia di smettere, cercare aiuto, trovare un hobby. Io non sono d’accordo. Noi signore abbiamo accettato che il porno è normale per i maschi, ora tocca a loro adattarsi a Twilight. Se qualcuno osa recriminare, replicate placidamente: cerco notizie sui Robsten tutto il giorno e allora? Ho riletto 100 volte Twilight, 150 la fine di New Moon, 203 le parti di Eclipse di loro due a letto e all’incirca 2000 le scene hot di Breaking Dawn, e allora? Se lui risponde che ha smesso di guardare youporn, non dategli retta. Tutti i drogati mentono, si sa.

Se però avete voglia di mollare tutto per cercare Edward, posso dirvi solo questo: aspettate un po’, vi giuro che passa.

Effetti indesiderati: Indulgere in overdose di Twilight può causare delirium tremes; bisogno di dosi sempre più elevate per raggiungere l’effetto desiderato; tentativi infruttuosi di controllare l’uso di Twilight; grande quantità di tempo nel procurarsi e assumere Twilight e affini, o a riprendersi dai suoi effetti; interruzione o riduzione di importanti attività sociali a causa di Twilight; pensieri e immagini ricorsivi relativi a Twilight; irrequietezza, ansia, irritabilità e agitazione quando non è possibile leggere Twilight.

Per ulteriori effetti collaterali contattate Gezebel a
pi.gezebel.mos @ gmail.com

Articoli correlati, più o meno:

Quello che gli uomini non vi dicono. Parte prima

Niente sesso a sorpresa, tassa sul pene e altre manifestazioni delle femmine fragili e piagnone

Signorina Tumistufi: lei è florida o deflorata?

Annunci
Posted in: cancrena