Venghino, signori venghino. Ehi tu, controlla se sei nella lista! Vol. 2

Posted on : 9 maggio 2011

0


Tempo di lettura previsto: 3,5 min

Musica consigliata: Twisted nerve Bernard Herrmann

Vaffa precedenti: Vol. 1

Vaffanculo a Zara e Benetton che non solo non hanno una 48 per tutti i modelli (e sa dio in base a cosa scelgano quali meritino una taglia extralarge, forse che scelgano per noi cosa può o non può indossare una donna grassa?) ma che quando ce l’hanno è così striminzita da farti sentire presa per il culo. Vaffanculo ai produttori delle All Star, che nonostante le incredibili vendite non hanno ancora trovato il modo per non farle puzzare come camere ardenti alla fine della giornata.

Un fanculo alla Telecom, nelle cui bollette i costi di servizi e abbonamenti sono anche 10 volte maggiori dei consumi, che porta a chiedersi se non fosse meglio senza, e se il prezzo da pagare per evitare di tenere sotto controllo scatti e minuti di conversazione non sia troppo elevato. Vaffanculo fuori tempo ai cioccolatai Lindor, che con quello che ti fanno pagare le loro care uova di Pasqua, potrebbero ben riconsiderare le sorprese che ci mettono dentro.

Un accorato vaffanculo va alla razza primitiva degli agricoltori e ai privilegi che permettono loro di concimare i campi nella fascia oraria della cena. Già che ci siamo allargo il campo ai loro cuginetti vivaisti che sono andati a scuola fintanto da sentire la lezione sui pioppi per poi darsela a gambe e correre a piantare pioppi finché morte non li piglia.

Ma vaffanculo a chi non si rende conto che piuttosto che usato impropriamente, vado al mercato e compro mele piuttosto che pere, fa impaurire l’orecchio. Seguono a ruota i caffettini gli attimini, le orette, e il fatto che ogni cosa sia stata fatta o pensata a prescindere.

C’è troppa gente che vive troppo a lungo e ha troppo tempo per generare orrori, quindi vaffanculo all’aspettativa di vita, alla fonte di eterna giovinezza e alla mia clinica della velezza. E per chi ha disturbi col tempo in genere, ricordo che le decorazioni natalizie dovrebbero essere presenti solo per il periodo di Natale. Vaffanculo quindi a tutti quelli che contribuiscono all’immagine di morte e decomposizione del nostro paese.

Vaffanculo alla par condicio. Alla Gelmini e alla scuola paritaria. Ai 90 anni d’uso delle spiagge. A chi ti fa vergognare di essere italiano. A chi usa le parole abuso e eversione così, per raccogliere voti. A chi candidamente ammette che i referendum si fanno quando si è certi di vincerli. Vaffanculo a te, Silvio mio, Beluscones dei Coiones se non l’hai capito.

Vaffanculo alle guerre umanitarie con scadenza, giorno più giorno meno. A Scilipoti e al mercato delle vacche che è Montecitorio. Al nucleare. A chi mette Nip/Tuck all’una di notte. A Giovanardi che si offende per due uomini che si tengo per mano. Vaffanculo a questa legge elettorale. Vaffanculo ad Alessio Sundas. Vaffanculo alla crisi e ai comunisti che, senza Bin Landen, sono ormai la giustificazione ad ogni cosa che non va.

Effetti indesiderati: il “vaffanculo” può causare alterazione della voce e sudorazione. Può essere somministrato per avvenimenti “atipici”. Utile contro stress, manifestazioni psicosomatiche, stati depressivi, persone/situazioni stronze. Non abusarne. Non disperdere nell’ambiente.

Per ulteriori effetti collaterali contattate il gruppoPigemos a
pigemos.gruppo @ gmail.com

Articoli correlati, più o meno:

Sono la parte peggiore del paese

Mariastella Gelmini curriculum vitae

Vallanzasca. Crimine-processo-galera: un iter da non imitare

Messo il tag: , , , ,
Posted in: meteorismo