Vov! C’è dello Zucca nella zucca

Posted on : 9 marzo 2011

0


Oggi mi chiedo: se i sindaci leghisti (solo i sindaci giusto per limitare il campo) hanno tutti la faccia da alcolizzati, sono davvero alcolizzati? Le possibili risposte, che per fortuna si limitano a due, non offrono in nessun caso scenari rassicuranti.

Supponiamo che non sia così e che la fisiognomica non sia una scienza esatta. Concordo che sia difficile data l’immagine su cui la lega punta. Ruspante e popolare, in particolare di quel popolo che comincia la giornata a suon di grappe. Non aiuta nemmeno il bestiario tra le file del partito fatto di personaggi grotteschi, rossi in volto, montagnini, ruttologi e oratori da bar. Ma tenacemente continuiamo a supporre che l’abito non faccia il monaco. Per fare quest’opera di astrazione bisogna essere disposti ad immaginare un’agenzia di babysitter fatta di punkabbestia e rastoni fricchettoni. Una volta riusciti in questo, occorre guardare all’operato di questi signori con la faccia da alcolizzati a cui però abbiamo dato l’attenuante della scelta propagandistica.

Provate a digitare su google “sindaco leghista” per avere una panoramica delle maggiori notizie che li riguardano. C’è quello che ha deciso di pitturare le righe dei passaggi pedonali di verde, quello di Adro che ha costellato di soli delle Alpi la scuola statale, quello che avvisava gli ultras dell’arrivo della polizia, quello che impone il coprifuoco e vieta di sostare in pubblico a gruppi di più di 3 persone, quello del bergamasco che come prima opera decide di togliere la targa dedicata a Peppino Impastato, quello che nega la mensa a una ragazza senegalese. Vabbè poi c’è quello condannato per stupro. Tutto questo solo nella prima pagina e provando a modificare la ricerca con “sindaco pd” o “pdl” non vi verrà fuori nulla di simile… Vi sembrano azioni di persone sobrie? Quelli sono tutti ubriachi, dalla mattina alla sera! D’altronde non vedo altro modo per poter arrivare a fare o a dire tali scemeze. Sarà un po’ come la storia dei Nazariti che probabilmente si facevano di Hashish per riuscire a compiere gli omicidi che il loro re comandava.

Capisco che logica, politica e buon senso non abitino nella stessa casa, ma in questo caso è evidente: quelli si fanno di grappa. A questo punto, se la riposta fosse sì, sono tutti alcolizzati, la domanda che rilancio a voi è: e se la malattia non riguardasse solo i sindaci ma fosse una piaga che affligge il partito a tutti i livelli? Perché gente così confusa, aggressiva, pericolosa, alcolizzata non se ne sta in comunità o a casa a piangere? Con quale lucidità mentale si vota gente come questa?

Effetti indesiderati: L’alcolismo è una malattia seria e una piaga sociale. L’abuso di alcool rallenta alcune funzioni cerebrali provocando conseguenze di vario tipo. In base alla funzione alterata si possono riscontrare: incomprensibilità dell’eloquio, visione distorta, problemi di coordinazione motoria, perdita dell’equilibrio e del controllo degli arti. L’alcool diminuisce la disposizione e la prontezza all’autocritica nel giudicarsi. La perdita delle inibizioni porta spesso a comportamenti aggressivi e aumenta la predisposizione ad atti di violenza.

Per ulteriori effetti collaterali contattate Moses a pige.moses @ gmail.com

Articoli correlati, più o meno:

E l’Italia trova la falla anche nella democrazia

Got mit uns! Vi dice nulla? A me e a Saya no

Se non Kennedy o Obama, vada per una puttana

Annunci
Posted in: stupor