Adeste Pigemos! un movimento per riportare la tazzina da caffè dentro le leggi della fisica.

Posted on : 9 febbraio 2011

1


Che il malocchio cada su di voi, designer di tazzine da caffè.

Che le geniali forme concepite per compiacere la mente malata dei vostri superiori o, ancora peggio, che credete frutto di un moto creativo non vi lascino mai. In ogni momento della vostra giornata vi faccio il mio miglior augurio di incontrare qualcosa che vi rammenti del vostro genio.

Per ogni design alternativo che plasmate vi auguro che l’alba dopo la fagiolata si consumi su una tazza cuoriforme. Vi concedo quell’attimo di esitazione che sarà fatale per i più e alla categoria degli impulsivi auspico di accomodarsi proprio dove il cuore disegna la sua v.

Che sull’autobus imbizzarrito le maniglie non siano per voi un cavo e sicuro appiglio, ma un impugnabile oggetto troppo liscio, troppo piccolo per salvarvi da un’inesorabile rotolata ai piedi dell’autista.

Per tutte le tazzine troppo grandi o troppo piccole persino per il passaggio del cucchiaino, faccio voti che la sindrome di Peter Pan vi colga ogni mattina quando cercherete di infilarvi con sicura convinzione le scarpe di vostro figlio di 5 anni.

Ai geni delle tazzine con base in ferro o senza manico auguro di dimenticare i principi della termodinamica e di impugnare ribollenti pentoloni a mani nude con la stessa calma di chi ammira una bomboniera. Che vi prenda la forza di mille Ercole nel momento in cui sollevate il calice nel brindisi più importante della vostra vita. Dirò cinque Ave Maria per voi che non riuscite a far coincidere il cavo del piattino con il concavo della tazzina. Iddio abbia pietà quando durante un week end in montagna sarete braccati dai cacciatori perché lascerete impronte di cinghiale; quando cercherete di spiegare al controllore che non avete potuto timbrare il biglietto perché non entrava nella macchina obliteratrice.

Che la sciagura non vi abbandoni nemmeno tra le mura domestiche le quali, in onore di tutte le tazzine di vetro, diventeranno trasparenti ogni qualvolta avrete un prurito anale, una caccola di troppo, un momento di tristezza, un amante nel gabinetto.

A tutti gli esagerati che non terminano il loro processo creativo con la deturpazione della tazzina ma lasciano del genio anche per il cucchiaino, auguro che si magnetizzino tutti gli orifizi corporei e che il campo magnetico sia così grande da prendere le sembianze di enormi porcospini alieni e per questo essere mandati per direttissima all’area 51 per accertamenti.

Auguro quantomeno a tutti gli eventuali sopravvissuti al malocchio di cambiare lavoro.
DOPPIO AGLIE , FRAGAGLIE, FATTURA CA NUN QUAGLIE…

Effetti indesiderati: una volta affetto da questa nevrosi il paziente non potrà più condurre un vita normale. Sono stati riscontrati frequenti casi di malattie di pertinenza dermatologica quali l’orticaria, la scabbia, la micosi fungoide, il lichen ruber planus, la psoriasi e la dermatite atopica.

Per ulteriori effetti collaterali contattate Moses a pige.moses @ gmail.com

Articoli correlati, più o meno:

Caro Bill Gates un WC senz’acqua è sempre un cesso. Semplicità, vogliamo semplicità

La civiltà appesa a un filo

Bruciori vaginali, fastidiosi pruriti intimi e perdite di urina al pranzo di Pasqua

Annunci
Messo il tag: , , ,